martedì 20 settembre 2005

[problema]

Il problema, poi, non è neanche quello che non ti abbia mai fatto una dichiarazione d'amore come Dio comanda: una di quelle che sono per_sempre, fantasiose e creative, che le puoi raccontare alle amiche e ai figli, quando sarà il caso di farlo. Se sarà il caso.
Il problema è che non è stato capace neanche di dirti un 'ti_amo' del genere qui_e_adesso; di quelli senza eccessivi impegni in termini temporali, che valgono esclusivamente davanti a un certo panorama, a un certo irripetibile sorriso, un momento, la felicità e niente di più.

[corteggiamento]

(scrive AdRiX) Corteggiarsi tra uomo e donna è un fitto dialogo fatto di sguardi, di carezze quasi inavvertite, di lievi allusioni. Una conversazione impalpabile, una corrispondenza inesausta.
Spesso la lingua non è comune. Gli sguardi vanno a vuoto, a volte. Le allusioni sono rozze. Le carezze spintoni. La conversazione è urlata e basilare. E il postino sbaglia indirizzo, o si frega la corrispondenza.
AdRiX

venerdì 16 settembre 2005

[mirto]

(scrive Simona) Non era strano cercarsi senza aspettare negli occhi dell'altro incoraggiamento, la pelle luccicava e non era sudore, c'era profumo e un cespuglio di fiorellini bianchi e rametti di foglie piccole. E lui senza saperlo fece una cosa antica come il mondo: prese i fiori e i rametti dal mirto e cominciò a passarli sulla schiena sul collo sui fianchi di lei e lei non rise, non si sentì buffa o ridicola né lasciò fare stupita perché mentre i fiori le scivolavano addosso capì di non avere più la pelle dei gomiti come il cartone o troppa pancia o le caviglie grosse e che lui in realtà non era mai stato sbattuto in terra da sinapsi impazzite, o forse sì e da adesso in poi mai più, e per un tempo infinito da allora si videro come erano davvero, non era più sesso né amore né gioia, era altro, difficile da dire, ma vero come tutte le cose intorno: i grilli le ossa degli animali le zanzare e la notte del 20 giugno a Pantelleria.
Simona